Vai al contenuto
Annunci

Juve cade sotto i colpi di un inarrestabile Zapata.

Juve irriconoscibile ed eliminata dalla doppietta di Zapata, l’Atalanta si gode un trionfo meritatissimo e le prossime semifinali contro la Fiorentina. I bianconeri perdono la Coppa Italia, Allegri (allontanato) e soprattutto Chiellini per un fastidio al polpaccio destro, Paratici vista l’emergenza totale domani affonderà il colpo con il Parma per portare a Torino Bruno Alves. E’ la serata capovolta in cui la Juve sembra una provinciale e Ronaldo un ragazzino impaurito, strapazzati dall’Atalanta di un inarrestabile Zapata. Sesta rete in carriera alla Juventus per il colombiano, ero di giornata e incubo per i tifosi bianconeri. La Juve non è in giornata e si capisce subito da una serie di errori grossolani in disimpegno, regge fino alla sostituzione di Chiellini poi cola a picco. Affondata dalla bordata di Castagne (innescato da un errore clamoroso di Cancelo) e due minuti più tardi da Zapata che porta a spasso De Sciglio e Alex Sandro al limite dell’area scaricando in porta sul primo palo il missile del 2-0. Allegri esce per proteste e la Juve non rientra più in partita. Ci prova nella ripresa con un atteggiamento più spregiudicato e offensivo, ma il centrocampo non giro e l’attacco non punge: un solo tiro in porta durante i 90 minuti è troppo poco per sperare nella rimonta come contro la Lazio. Stavolta i cambi non funzionano e la coppia centrale De Sciglio-Rugani scricchiola, fino a spezzarsi nel finale, quando proprio De Sciglio regala palla a Zapata con un retropassaggio suicida, l’attaccante salta netto Szczesny e firma il 3-0. Bergamo in festa e Juve troppo brutta per essere vera, tra 20 giorni c’è l’Atletico in Champions.

Categorie

Calcio

Tag

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: