Vai al contenuto
Annunci

F1: Secondo quanto emerso da una prima analisi, la Ferrari non ha ancora trovato il giusto bilanciamento.

I giorni passano, il Gp d’Australia si avvicina e all’interno dei team di Formula 1 il lavoro continua per mettere a punto le monoposto entro la scadenza fissata dalla FIA. Venerdì prossimo si scenderà in pista, comincerà ufficialmente la stagione e la triade Mercedes-Ferrari-Red Bull comincerà a darsi battaglia con l’obiettivo dichiarato di vincere entrambi i titoli mondiali. Se la scuderia campione del mondo pare essere quella messa meglio, a parte qualche problemino di blistering con le gomme soft, il Cavallino sembra essere invece la squadra messa peggio tra le tre. Non ingannino i tempi fatti segnare a Barcellona, i campanelli d’allarme non riguardano la velocità bensì il bilanciamento aerodinamico, che la SF71-H non ha ancora trovato. Dal retrotreno della vettura non sarebbero emersi ancora gli stessi dati ottenuti in galleria del vento, dunque i tecnici in rosso hanno dovuto scaricare un po’ anche l’avantreno per rendere la monoposto più guidabile a scapito del potenziale. Problemi che ci stanno ad inizio stagione, ma che comportano comunque un ritardo nei confronti di Mercedes e Red Bull, favorite alla vittoria del Gp d’Australia rispetto alla Ferrari. Questo non comporta assolutamente un ragionamento negativo sulla SF71-H, anzi le aspettative su questa macchina sono notevolmente più alte rispetto a quella del 2017, per questo motivo si lavora ardentemente per raggiungere il top e per trovare i giusti valori di partenza. Il circuito di Albert Park ci dirà certamente di più, la Ferrari però non ha nessuna intenzione di partire battuta: toccherà a Vettel e Raikkonen esaltare le caratteristiche positive della monoposto cercando di nascondere quei comportamenti un po’ instabili che hanno penalizzato le due sessioni di test a Barcellona.

Categorie

Motori

Tag

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: